Perché preferire scarpe artigianali?

Prima di tutto bisogna pensare che, quando si comprano delle scarpe fatte a mano, si compra qualcosa che diventa una parte di se stessi. Ogni più piccola piega sul tuo stivale preferito, ogni più piccolo graffietto sulle tue vecchie scarpe ti ricordano una storia lasciata dal tempo. Una storia senza parole.

Mostrami le tue scarpe e ti dirò chi sei” è probabilmente la migliore espressione che spiega soprattutto perché non dovresti mai trascurare ciò che metti ai tuoi piedi.

Le scarpe dicono così tanto di noi. Quanto siamo distratti, attenti e indaffarati, chi siamo e chi vogliamo diventare. Le scarpe rivelano le nostre abitudini, le nostre aspettative e la nostra autostima.

Nessuno specchio potrebbe essere più preciso.

Quando le scarpe sono fatte a mano, prima di tutto sono fatte per durare nel tempo. Bisogna assicurarsi che le pelli siano di altissima qualità, che la suola sia robusta e di cuoio cucito interamente a mano, per far sì che si abbia la base perfetta dentro cui costruire e vivere la propria storia.

Bisogna ricordare che pellami e fondi di qualità non si rompono, al contrario, col tempo si ammorbidiscono, si plasmano e prendono la forma del tuo piede.

Quel che importa è partire col piede giusto infilandoci una buona scarpa.

Scarpe come autoritratto

George e Lisa Corbo, per celebrare i 10 anni dell’apertura della loro boutique GEORGE C a Toronto, a novembre 2016 hanno inaugurato un progetto speciale, il “Rocco P. 10 Year Retrospective“, per il quale sono state fotografate e messe in mostra le scarpe realmente acquistate e indossate dai clienti della boutique in questi 10 anni.

Fotografate da JONATHAN HOOPER, le immagini rivelano come le scarpe cambiano col tempo e l’usura e quali “sculture personali” sono diventate. Dai un’occhiata a questi autoritratti!